L’Importanza dell’Intelligenza Emotiva a Scuola

L’Importanza dell’Intelligenza Emotiva a Scuola: Un Fondamento per il Successo Accademico e Personale.

Nel panorama educativo moderno, l’attenzione si sta sempre più spostando verso lo sviluppo non solo delle competenze accademiche, ma anche di quelle socio-emotive. L’intelligenza emotiva, definita come la capacità di riconoscere, comprendere ed esprimere emozioni in modo efficace, sta emergendo come un fondamentale pilastro per il successo degli studenti a scuola e nella vita.
Il concetto di Intelligenza emotiva è stato introdotto da Salovey e Mayer (1990) per descrivere “la capacità che hanno gli individui di monitorare le sensazioni proprie e quelle degli altri, discriminando tra vari tipi di emozione ed usando questa informazione per incanalare pensieri ed azioni”.
Goleman, nel 1995, riprende tale concetto mediante la pubblicazione del suo libro ” Intelligenza emotiva ”; questo termine, secondo Goleman, include l’autocontrollo, l’entusiasmo e la perseveranza, nonché la capacità di auto-monitorarsi.
Questi concetti possono essere insegnati ai bambini, mettendoli nelle migliori condizioni per far fruttare qualunque talento intellettuale la genetica abbia dato loro (Goleman, 1995).

Si afferma, che la famiglia è il primo contesto in cui apprendiamo gli insegnamenti riguardanti la vita emotiva. L’educazione emozionale opera, non solo attraverso le parole e le azioni dei genitori indirizzate al bambino, ma anche attraverso i modelli che gli offrono mostrandogli come gestiscono i loro sentimenti e la propria relazione coniugale. Avere dei genitori intelligenti, sotto il profilo emotivo, è una fonte di beneficio per il bambino.
La scuola è il secondo contesto in termini di importanza dei nostri figli ed è pertanto una palestra fondamentale per lo sviluppo socio-affettivo dei ragazzi.

Il disagio giovanile, rilevabile in ambito scolastico, è inquadrato in “un insieme di comportamenti disfunzionali (scarsa partecipazione, disattenzione, comportamenti prevalenti di rifiuto e di disturbo, cattivo rapporto con i compagni, ma anche assoluta carenza di spirito critico), che non permettono al soggetto di vivere adeguatamente le attività di classe e di apprendere con successo, utilizzando il massimo delle proprie capacità cognitive, affettive e relazionali“. (Mancini e Gabrielli, 1998). 

Tutto ciò può sfociare in fenomeni rilevanti come bullismo, difficoltà d’apprendimento, deficit di attenzione e iperattività o rifiuto della scuola; tali fenomeni rendono ancora più visibile l’impotenza dei genitori e degli insegnanti.

Parlare intelligenza emotiva a scuola è fondamentale. In particolare per sviluppare i seguenti punti:

1. Sviluppo delle Relazioni Interpersonali:

L’intelligenza emotiva fornisce agli studenti gli strumenti necessari per navigare nelle complesse dinamiche sociali della scuola. Imparare a riconoscere ed esprimere le proprie emozioni, nonché comprendere quelle degli altri, favorisce la creazione di relazioni più sane e costruttive. Studenti dotati di intelligenza emotiva sono più propensi a gestire conflitti in modo costruttivo, promuovendo un ambiente scolastico positivo e inclusivo.

2. Gestione dello Stress e dell’Ansia:

La scuola può essere un luogo di pressioni accademiche e sociali, e lo stress può influire negativamente sul rendimento degli studenti. L’intelligenza emotiva aiuta gli studenti a sviluppare competenze di gestione dello stress, consentendo loro di affrontare le sfide con resilienza e adattabilità. Imparare a regolare le proprie emozioni contribuisce a mantenere un ambiente di apprendimento più tranquillo e centrato sulla crescita personale.

3. Miglioramento delle Abilità di Comunicazione:

Un componente essenziale dell’intelligenza emotiva è la capacità di comunicare in modo chiaro ed empatico. Gli studenti che sviluppano queste competenze sono in grado di esprimere meglio i propri bisogni e opinioni, partecipando attivamente alle discussioni in classe. Questo non solo migliora la qualità dell’apprendimento, ma prepara anche gli studenti a comunicare in modo efficace nella società e nel mondo del lavoro.

4. Crescita dell’Autostima e della Consapevolezza di Sé:

Comprendere le proprie emozioni e riconoscere i propri punti di forza e debolezza contribuisce alla crescita dell’autostima e alla consapevolezza di sé. Gli studenti che possiedono un elevato livello di intelligenza emotiva sono più sicuri di sé, intraprendenti e orientati al successo. Questa fiducia in se stessi si riflette positivamente sia nel rendimento accademico che nella sfera personale.

L’intelligenza emotiva è più che una competenza personale; è un fondamentale strumento per il successo a scuola e nella vita. Introdurre e coltivare queste competenze nelle istituzioni educative non solo migliora l’ambiente di apprendimento, ma prepara gli studenti a affrontare le sfide del mondo reale in modo equilibrato ed empatico. Investire nell’intelligenza emotiva a scuola significa investire nel benessere e nella preparazione di una generazione di individui consapevoli ed emotivamente intelligenti.

I continui fatti di cronaca ed episodi di disagio giovanile sottolineano crudelmente l’urgenza di azioni educative e preventive in tal senso.

Come professionisti del settore proponiamo corsi di formazione per studenti, docenti e genitori proprio sul tema dell’intelligenza emotiva.

Related Articles